About Me

Francescomaria Tedesco

Filosofo precario. Abilitato alle funzioni di professore di II fascia in Filosofia politica. Assegnista di ricerca in Filosofia del diritto presso l’Università degli Studi di Camerino. Sono nato a Crosia (Cosenza) nel 1973. Inizio a scrivere questo blog incoraggiato da Eugenia. E’ colpa sua.

Libri

Introduzione a Hayek (Laterza, Roma-Bari 2004)

Diritti umani e relativismo (Laterza, Roma-Bari 2009)

Eccedenza sovrana (Mimesis, Milano-Udine 2012)

 

Bio

Francescomaria Tedesco (Crosia, Cosenza 1973), laureato in Giurisprudenza presso l’Università degli Studi di Firenze, ha conseguito il titolo di Dottore di ricerca in Teoria e Storia del Diritto (curriculum di Filosofia del Diritto) presso lo stesso Ateneo. È assegnista di ricerca in Filosofia del diritto presso l’Università degli Studi di Camerino. È stato assegnista di ricerca in Filosofia politica presso la Scuola Superiore di Studi Universitari e di Perfezionamento Sant’Anna di Pisa. È stato contrattista presso l’università Suor Orsola Benincasa di Napoli. Ha svolto ricerca come borsista post-dottorato presso il SUM – Istituto Italiano di Scienze Umane di Firenze. Dall’a.a. 2005/2006 all’a.a. 2007/2008 è stato professore a contratto di Diritti umani presso il Corso di laurea in Comunicazione internazionale dell’Università per Stranieri di Perugia. È Cultore della materia presso la Cattedra di Filosofia del Diritto della Facoltà di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Firenze. Ha pubblicato le monografie Introduzione a Hayek, Laterza, Roma-Bari 2004 e, per i tipi dello stesso editore, Diritti umani e relativismo (2009). Ha pubblicato la monografia Eccedenza sovrana per i tipi della Mimesis (Milano-Udine 2012). Tra le sue pubblicazioni, inoltre, La teoria del diritto di F. A. von Hayek, in AA.VV., Direito. Coletânea Jurídica, Bureau Jurídico, Recife 2002; Affrettate tanatografie. Verso un nomos imperiale?, in «Rivista Internazionale di Filosofia del Diritto»; LXXX, 2003, 1, Identità e diritti umani, in «Output», I, 2005, 1; L’impero latino e l’idea di Europa. Riflessioni a partire da un testo (parzialmente) inedito di Alexandre Kojève, in «Quaderni Fiorentini per la Storia del Pensiero Giuridico Moderno», 2006, 35; Elogio della lentezza. Su Oga Magoga di Giuseppe Occhiato, in «Letteratura & Società», VIII, 2006, 22; Nodali o reticolari? Gli Asian values e l’Occidente, in «Testimonianze», L, 2007, 1; le voci Asian values e Violenza simbolica in M. Flores (a cura di), Diritti umani. Cultura dei diritti e dignità della persona nell’epoca della globalizzazione, vol. I e II, Dizionario (A-G e H-W), Utet, Torino 2007; Considerazioni su postcolonialismo e marxismo, in P. Granata, R. Pierri (a cura di), Leggere Marx oggi, con una Prefazione di Stefano Petrucciani, Rubbettino, Soveria Mannelli (CZ) 2012; I diritti umani alla prova del relativismo. La critica dei valori asiatici, in Th. Casadei (a cura di), Diritti umani e soggetti vulnerabili. Violazioni, trasformazioni, aporie, Giappichelli, Torino 2012; The Theory That Lives On – A Counterintuitive History: An Interview With Timothy Brennan, in «The Minnesota Review», n. 78, Spring 2012. Ha recensito opere di Alcaro, Asor Rosa, Beck, Cassano, Chakrabarty, Filatov e Malašenko, Irti, Jervis, Preterossi, Sartori, Zingari, Žižek. È stato redattore di Jura Gentium – Centre for Philosophy of International Law and Global Politics, coordinato da Danilo Zolo. Collabora alla rivista Bollettino Telematico di Filosofia Politica e allo SWIF Sito Web Italiano per la Filosofia. È Membro del Comitato di redazione della collana PCS – Politica Critica Società delle Edizioni Pensa (Lecce). È membro del Comitato scientifico di Art. 28 – Comitato Nazionale Diritti Umani. Ha collaborato alle pagine dell’approfondimento del quotidiano Europa, scrivendo numerosi articoli soprattutto in materia di relazioni internazionali. Ha collaborato alle pagine culturali del giornale Pagina99. Ha ideato e curato, con Silva De Marchi e Gennaro Oriolo, il ciclo di conferenze “Le ferite della storia” (Impruneta, FI, 2006/2007). Ha tenuto lezioni (150 ore) per il progetto “A scuola di pluralismo – La scuola di tutti” (Fondo Sociale Europeo-Ministero del Lavoro-Regione Toscana). Ha tenuto lezioni presso: la Cattedra di Storia delle costituzioni moderne dell’Università degli Studi di Firenze (a.a. 2003-2004); il Corso di “Diritti umani” dell’Università per Stranieri di Perugia (a.a. 2004-2005); il Master Universitario di Primo Livello in Diritti Umani e “Gestione dei Conflitti” della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa (a.a. 2004-2005); il corso di “Democrazia, Povertà e Sviluppo” della Facoltà di Economia dell’Università degli Studi di Firenze (a.a. 2004-2005); il Master in Human Rights and Humanitarian Action 2005 dell’Università degli Studi di Siena; il Perfezionamento in Diritti Umani (Corso Fondamentale, Modulo filosofico-politico) della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa (a.a. 2005-2006); la Scuola di Dottorato in Diritto ed Economia – Sezione Law and Economics dell’Università degli Studi di Siena (a.a. 2005/2006 e 2006/2007); il Dottorato Europeo del SUM – Istituto Italiano di Scienze Umane (a.a. 2006/2007). In occasione del II Convegno Nazionale dell’Associazione Italiana per la Storia dell’Economia Politica “La teoria della decisione nella storia dell’economia politica” (Siena, 3-4 giugno 2005) ha tenuto una relazione dal titolo Le disavventure della catallaxy. Cenni sulla fortuna critica di Hayek. In occasione di Chiasmi, conferenza organizzata dalle università di Harvard e Brown (Providence, Rhode Island – USA, 14-15 marzo 2008) ha tenuto una relazione dal titolo “Mediterraneismo”.

Contatto e-mail: francescomaria.tedesco [AT] gmail.com

 

Il mio profilo sul sito della Scuola Superiore Sant’Anna di Studi Universitari e di Perfezionamento

  1. agnese

    gentile francescomaria,
    mi chiamo (e sono) agnese, faccio la giornalista e mi occupo da qualche anno dell’ufficio stampa di crisalide.
    crisalide, è un festival di filosofia, ideato da una compagnia di teatro (masque teatro) che esiste e re-siste da vent’anni a forlì.
    quest’anno sarà dal 5 al 10 settembre e si intitola: l’immagine del pensiero.
    saremo lieti di invitarla, anche al seminario filosofico. inoltro di seguito brani tratti dal comunicato. un saluto e a presto! agnese

    L’immagine (dogmatica) del pensiero, uno dei principali bersagli critici del pensiero di Gilles Deleuze, viene assunta come linea guida di riflessione da Masque, che fa sue le elaborazioni del grande filosofo francese, per riflettere sulla tessitura di regole precostituite che indirizzano, limitandolo, l’atto del pensare. La critica, per Deleuze, deve essere innanzitutto critica dell’immagine del pensiero, ossia dell’immagine che la filosofia si è data di sé e di ciò che significa pensare. L’immagine del pensiero sarebbe un sistema di coordinate e di orientamenti che “anticipano” l’atto filosofico e designano il presupposto implicito che il pensiero si dà di se stesso come “naturale” e “universale”: naturalmente indirizzato al vero nonché universalmente giusto. In altre parole, è solo un’illusione credere di pensare “liberi”, svincolati da sovrastrutture, metodi, modalità all’interno delle quali viaggia il pensiero. Lo sforzo di Deleuze si esplica allora nella volontà di inventare, a forza di sperimentazioni, un pensiero libero e strettamente legato alla realtà dei fatti – non “universale” o “Vero”, ma vitale e concreto. Un ritorno agli scritti del grande filosofo novecentesco, dopo l’affondo dedicato ai concetti di minorità e normalizzazione e a Felix Guattari con il progetto triennale Winter Years (2010>2012).
    A partire da queste riflessioni Crisalide si propone di esplorare diverse modalità di esercizio creativo, sul piano della composizione artistica così come sul piano filosofico, privilegiando quegli interventi che si propongano come reale produzione di pensiero, che possano creare quelle condizioni di incontro, di «imbattersi fortuito», necessarie alla produzione di “una nuova capacità di pensare”.

    Una metamorfosi lunga vent’anni
    Vent’anni fa nasceva il Festival non come vetrina ma come luogo dove potessero nascere e svilupparsi scambi di pensiero e confronto tra artisti e pensatori.
    L’Ex Filanda Maiani è diventata nel tempo il punto di riferimento per una messa in discussione non solo del fare teatrale e performativo ma anche per una messa in campo di alcune questioni teoriche che si muovevano dentro e fuori dalla scena. Obiettivo chiaro da sempre è stato per il Festival trovare vie di pensiero che potessero scardinare i dogmi, anche teatrali, e mettere in luce la forza propulsiva che risiede nel ricchissimo mondo delle marginalità produttive .

    Crisalide si struttura nelle seguenti sezioni tematiche:

    filosofia: laborario filosofico “Critica della ragion Creativa”, ideato e coordinato da Paolo Vignola con i filosofi Vincenzo Cuomo, Eleonora de Conciliis, Riccardo Baldissone, Alberto Martinengo, Alessia Solerio. Il Laboratorio, che rappresenta il primo esperimento del genere in Italia, suddiviso in due sessioni mattutine di dibattito interno e in tre sessioni pomeridiane di divulgazione al pubblico, indagherà lo stato di salute della creatività e la sua deleteria captazione da parte dell’industria culturale, dell’economia della conoscenza e dei loro dispositivi di potere.

    Esposizioni filosofiche di Florinda Cambria, Rocco Ronchi, Paolo Vignola

    teatro e danza: Myriam Gourfink, Simona Bertozzi, Masque teatro, Francesca Proia, Silvia Costa.

    musica: Matteo Ramon Arevalos, Kasper T. Toeplitz, Giacomo Piermatti

    incontri: Lorenzo Donati incontra Enrico Fedrigoli. Enrico Pitozzi incontra Myriam Gourfink

    fotografia: Enrico Fedrigoli con una sua antologica al Palazzo Albertini di Forlì

    video: Proiezione del video documentario Filosofia80 di Zef Muzhani a cura di Rocco Ronchi, con interventi dei filosofi Massimo Cacciari, Carlo Sini, Gianni Vattimo e Vincenzo Vitiello, oltre ad una nutrita serie di filosofi della nuova generazione.

  2. giovanniscotto

    mi interesserebbe fare due chiacchiere di persona a novoli su università e filosofia politica… cordialmente giovanni scotto ( giovanni scotto AT unifi .it )

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...